napoleone parisani valutazione

Napoleone Parisani

(Camerino 1854 – 1932)

biografia, valutazione gratuita, vendita e acquisto quadri

Parametri di valutazione delle opere di Napoleone Parisani

napoleone parisani opere

Aggiudicazione record:
3.773 euro per un olio su tavola di cm 34 x 93 nel 1994

napoleone parisani dipinto

Valori medi per dipinti ad olio:
1.000 – 2.000 euro 

napoleone parisani pittore

Valori medi per opere su carta:
300 – 1.000 euro 

PARISANI Napoleone, pittore (Camerino 1854 -1932). Nato da una nobile famiglia marchigiana, discendente da Napoleone Bonaparte ed imparentata con il conte Giuseppe Primoli, dopo aver conseguito il diploma in agronomia presso l’istituto tecnico C. Antinori di Camerino, viene mandato a Milano per perfezionarsi in agraria. Nella metropoli lombarda scoppia invece il suo amore per la pittura e, di nascosto, prende le prime lezioni di disegno. Convinto il padre sulla serietà della sua nuova vocazione, si trasferisce a Roma ove frequenta l’Istituto di Belle Arti sotto la guida di Filippo Prosperi che, vedendone il talento, lo incoraggia a proseguire. Dopo un primo periodo in cui subisce la “maniera” del Fortuny, frequentando gli studi dei pittori spagnoli allora in gran voga (era diventato grande amico di Pradilla), avviene l’incontro che gli cambia la vita.

L’amico Giuseppe Cellini lo presenta nel 1875 a Nino Costa, che intuite le potenzialità del giovane, lo prende sotto la sua guida, indirizzandolo alla pittura “en plein air”.

Ben introdotto nei salotti mondani dei vari Odescalchi, Colonna e Sciarra, grazie alla sua nobiltà (si spiegano così i numerosi ritratti eseguiti dal Parisani ai personaggi più in vista), entra da subito in contatto con l’ambiente della Cronaca Bizantina, la rivista fondata da Angelo Sommaruga, ove si stava mettendo in luce un giovane e promettente letterato: Gabriele D’Annunzio.

Nel 1884 è tra i primi a far parte della Scuola Etrusca fondata dal Costa con alcuni pittori inglesi suoi amici e, nel 1886, lo troviamo tra i fondatori dell’altra società costiana In Arte Libertas,che raccoglieva intorno al maestro gli artisti frequentatori del Caffè Greco.

Nel 1885 stringe amicizia con il famoso pittore francese Hernest Hébert, da poco direttore dell’Accademia di Francia, e grande amico del conte Primoli che, preso da simpatia per il giovane pittore si accompagna a lui nelle escursioni per la Campagna travasando la sua grande esperienza di pittore en plein air.

Nel 1904 figura tra i dieci soci fondatori del “Gruppo dei XXV” nella famosa serata conviviale presso la trattoria “Il Pozzo di San Patrizio”ove gli viene imposto l’appellativo di “cane levriero” per il suo tratto aristocratico.

Diventato membro dell’Accademia di San Luca, è tra i primi pittori a dipingere dal vero gli incontaminati panorami delle Paludi pontine. Nel 1915 entra a far parte anche della Società degli Acquerellisti.

Vastissima la sua attività espositiva. Oltre alle ininterrotte partecipazioni alle annuali rassegne degli Amatori e Cultori (praticamente dal 1883 al 1928), si devono annoverare le Biennali di Venezia (dal 1899 al 1907 e poi dal 1924 al 1928), le tre Biennali Romane (1921,23 e 25), l’Esposizione Nazionale di Milano del 1897 e quelle Internazionali di Roma del 1883 e del 1911. E questo tanto per citare le principali.

Biografia a cura di Maurizio Berri

Sei interessato alla valutazione o alla vendita di quadri di Napoleone Parisani?

Chiama subito 06 6871425 – 335 5364897

Inviaci le foto delle tue opere seguendo le indicazioni

ALLA E-MAIL O SU WHATSAPP

alessio@ottocento.it

whatsapp  335 5364897


  1. Scatta una foto nitida al quadro e/o alla scultura
  2. Scatta foto di alcuni dettagli dell’opera, della firma e del retro se possibile
  3. Scrivi le dimensioni dell’opera

Contattaci tramite questo form

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per eventuali richieste di valutazioni si richiede l'invio di immagini delle opere d'arte.

estensioni immagini accettate jpg-jpeg-png-gif - limite di 3Mb

captcha