gaspare landi

Gaspare Landi

(Piacenza 1756 – Piacenza 1830)

biografia, valutazione gratuita, vendita e acquisto quadri

Parametri di valutazione delle opere di Gaspare Landi

gaspare landi valutazione

Aggiudicazione record:
120.000 euro per un olio su tela di cm 160 x 130 nel 2008

gaspare landi

Valori medi per dipinti ad olio:
6.000 – 20.000 euro 

gaspare landi

Valori medi per opere su carta:
4.000 – 8.000 euro 

LANDI Gaspare, pittore (Piacenza 1756 – 1830). Dopo gli studi nella città natale, si trasferisce a Roma nel 1771, frequentando l’Accademia di San Luca sotto la guida di Pompeo Batoni e Domenico Corvi. Ma il pittore più ammirato dal giovane piacentino era allora Raphael Mengs, da poco deceduto quando Landi giunge a Roma.

Diventa amico di Angelica Kauffmann, con la quale divide numerosi commissione di ritratti, ma soprattutto stringe amicizia con Antonio Canova, come sta a dimostrare il penetrante volto del famoso scultore, oggi alla Galleria Borghese di Roma, dipinto da Landi nel 1806.
Nel 1774 sposa Giuseppa Albanesi che gli da due figli, Alfonso (destinato a morire a soli venti anni, dopo aver conseguito la laurea in legge) e Pier Antonio.
Continua frattanto a mantenersi in stretto contatto con gli artisti dell’Italia settentrionale (Bossi, Appiani), ai quali lo lega l’amore per Leonardo e per Correggio, facilitato dalle numerose committenze che gli arrivano dalla nobiltà del nord, come i principi Belgioioso di Milano. Frequenti sono anche i contatti con la città natale. Dove si rifugia negli anni del fermento rivoluzionario: qui nel 1797 gli vengono commissionate le tele per il Duomo raffiguranti il Trasporto della Vergine al sepolcro ed il Ritrovamento del sepolcro vuoto che invia da Roma nel 1804.
Il suo neo-classicismo lirico-sentimentale, tenue nei colori e attento alla rappresentazione degli affetti, si oppone a quello eroico di Vincenzo Camuccini. La distanza stilistica fra i due artisti appare chiara nel 1808, in occasione delle esposizione a Roma delle tele per la chiesa piacentina si San Giovanni in Canale, quando La salita al calvario di Landi ottiene minor consenso della Presentazione al tempio di Camuccini, ma è lodata per le bellissime teste, tutte tratte dal vero. I suoi ritratti infatti sono particolarmente ricercati per la naturalezza dell’espressione e degli incarnati.
Importante è stato anche il suo impegno didattico svolto dal 1812 al 1827 presso l’Accademia di San Luca della quale fu presidente nel 1817. Numerose anche le cariche onorifiche ricevute: nel 1814 il re di Napoli gli conferisce il Cavalierato delle Due Sicilie e nel 1815 è in Granduca di Toscana a nominarlo Cavaliere dell’ordine di San Giuseppe.

Biografia a cura di Maurizio Berri

Sei interessato alla valutazione o alla vendita di quadri di Gaspare Landi?

Chiama subito 06 6871425 – 335 5364897

Inviaci le foto delle tue opere seguendo le indicazioni

ALLA E-MAIL O SU WHATSAPP

alessio@ottocento.it

whatsapp  335 5364897


  1. Scatta una foto nitida al quadro e/o alla scultura
  2. Scatta foto di alcuni dettagli dell’opera, della firma e del retro se possibile
  3. Scrivi le dimensioni dell’opera

Contattaci tramite questo form

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per eventuali richieste di valutazioni si richiede l'invio di immagini delle opere d'arte.

estensioni immagini accettate jpg-jpeg-png-gif - limite di 3Mb

captcha