Vincenzo Cabianca valore e prezzi

Vincenzo Cabianca

(Verona 1827 – Roma 1902)

valutazione, vendita e acquisto quadri

Videogallery delle opere di Vincenzo Cabianca

Parametri di valutazione delle opere di Vincenzo Cabianca

Vincenzo Cabianca valore e prezzi

Aggiudicazione record:
440.000 euro per un dipinto ad olio su tela di cm 36 x 88 nel 2007

Vincenzo Cabianca valore e prezzi

Valori medi per dipinti ad olio:
5.000 – 20.000 euro 

Vincenzo Cabianca valore e prezzi

Valori medi per opere su carta:
2.000 – 5.000 euro 

CABIANCA Vincenzo, pittore ( Verona 1827 – Roma 1902 ). Di origini modeste è ben presto attratto dalla pittura, tanto da abbandonare il seminario per frequentare l’Accademia Cignaroli di Verona sotto la guida di G. Caliari e , successivamente, l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove segue i corsi di Lipparini e Grigoletti.

Interessato alla pittura di Domenico Induno e Stefano Ussi, indugia inizialmente su tale genere, dedicandosi ai  soggetti storici in costume, allora tanto in voga, ambientati perlopiù in interni affollati di figure.

Trasferitosi a Firenze viene in contatto con Telemaco Signorini e Odoardo Borrani, convertendosi alla poetica della macchia nel 1855 con L’uva matta, e soprattutto con lo splendido  Donna con porco contro il sole che tanto avrebbe impressionato Fattori per le ricerche luministiche.

Divenuto amico di C. Banti si reca con lui a dipingere nella campagna fiorentina e poi, accompagnati da Signorini, a Lerici e a La Spezia, luoghi tutti ritratti in mirabili tavolette.

Nel 1861, in compagnia sempre di Banti e Signorini, si reca a Parigi, ove approfondisce la conoscenza di A. G. Dècamps, il cui influsso è avvertibile nei violenti contrasti chiaroscurali delle opere successive.

Sino al 1870, durante il periodo dedicato alla macchia, notevoli sono gli “ effetti solari ” che ritroviamo nei suoi quadri, teso come era alla conquista di effetti di piena luce e violenti contrasti.

Stabilitosi definitivamente a Roma, con studio in via Margutta 33, diviene assiduo amico di Nino Costa, con il quale approfondisce le ricerche sul vero “ en plein air ”, aderendo alla In Arte Libertas ( 1885 ).

Chiamato da Ettore Roesler Franz e da Nazareno Cipriani tra i fondatori degli Acquerellisti, espone alla mostra del 1881 La sera e La neve a Venezia, valutato all’epoca ben 2.000 lire.

Partecipa a diverse altre edizioni della rassegna degli Acquarellisti, malgrado una brutta paralisi che lo colpisce nel 1893, costringendolo a diradare nel tempo la sua attività.

Biografia a cura di Maurizio Berri

Siete interessati alla valutazione o alla vendita di quadri di Vincenzo Cabianca?

Chiama subito 06 6871425 – 335 5364897

Inviaci le foto delle tue opere seguendo le indicazioni

ALLA E-MAIL O SU WHATSAPP

alessio@ottocento.it

whatsapp  335 5364897


  1. Scatta una foto nitida al quadro e/o alla scultura
  2. Scatta foto di alcuni dettagli dell’opera, della firma e del retro se possibile
  3. Scrivi le dimensioni dell’opera

Contattaci tramite questo form

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per eventuali richieste di valutazioni si richiede l'invio di immagini delle opere d'arte.

estensioni immagini accettate jpg-jpeg-png-gif - limite di 3Mb

captcha